Tel: 0422 697986 | [email protected]
 

Vittorio Veneto

Home > Il territorio > Vittorio Veneto

A metà strada tra Venezia e Cortina d’Ampezzo, Vittorio Veneto è il capoluogo delle Prealpi Trevigiane, Medaglia d’Oro al valor militare per il suo impegno nella Resistenza, nota per la vittoriosa battaglia finale della Grande Guerra.

E’ nata nel 1866 dall’unione delle antiche città di Ceneda e Serravalle; dapprima nominata Vittorio, in onore del nuovo Re d’Italia, nel 1923 le fu accostato il termine “Veneto”.

Frequentata in epoca rinascimentale dai massimi artisti italiani, quali Jacopo Sansovino e Tiziano Vecellio, ha dato i natali nel XVIII secolo a Lorenzo Da Ponte, librettista di Mozart; Vittorio Veneto è stata sede dell’episcopato di Albino Luciani, Papa Giovanni Paolo I.

A Ceneda, dominata dal Castello di San Martino, i monumenti degni di nota si trovano attorno all’antica piazza della Cattedrale dedicata a Santa Maria Assunta e San Tiziano. La Loggia venne completata nel 1537-38 su progetto (si dice) del Sansovino. Da vedere il Museo della Battaglia, che espone cimeli e documenti riguardanti la Grande Guerra.

E veniamo a Serravalle: la tradizione attribuisce la fondazione del castello ad un dignitario goto, Manducco, la cui figlia era Santa Augusta, martirizzata dal padre perché cristiana.

Monumenti d’interesse: il Duomo di Santa Maria Nova con la pala dell’altare maggiore di Tiziano, la Chiesa di San Giovanni Battista, edifico trecentesco, Santa Giustina costruita nel 1227 e rifatta a fine Cinquecento, San Lorenzo dei Battuti, incastonata tra il complesso trecentesco della scuola dei Battuti e la Torre dell’orologio (ex porta San Lorenzo).

La Pieve di Sant’Andrea di Bigonzo, la più antica chiesa di Vittorio Veneto, il Santuario di Santa Augusta arroccato alle pendici del monte Marcantone. Su Piazza Marcantonio Flaminio, dedicata al celebre umanista di Serravalle, si affaccia il Palazzo della Comunità ospitante il Museo del Cenedese.

Una curiosità: al centro di piazza Luigi Borro, si trova una fontana del 1823, dove si sono abbeverati i primi soldati italiani entrati in città dopo la battaglia di Vittorio Veneto e per questo soprannominata “Fontana degli Arditi”.

Un viaggio alla scoperta del nostro territorio

copertina-il-territorio-big

MARCA TREVIGIANA

copertina-treviso-big

TREVISO

copertina-conegliano-big

CONEGLIANO

copertina-valdobbiadene-big

VALDOBBIADENE

CONTATTI

COMITATO ORGANIZZATORE ADUNATA

Via S. Pelajo, 37 - 31100 Treviso
Tel: 0422 697986
Fax: 0422 314051
Email: [email protected]

INFORMAZIONI

Per qualsiasi informazione (inclusi accoglienza e alloggiamenti) scrivi a:
[email protected]