Ricette tradizionali italiane: Le polpette

Le polpette

Le polpette le cui origini non sono ancora oggi ben note, anche se molti sono propensi nel ritenere che siano state ideate in Persia, per poi diffondersi in tutto il Medio Oriente, fino ad arrivare a noi, diventando uno dei piatti più diffusi a livello mondiale.

Le polpette offrono numerosi vantaggi, innanzitutto sono economiche, dopo la cottura si possono conservare anche per alcuni giorni, esistono in tutte le forme e varianti, grazie alla loro versatilità, si abbinano facilmente ad ogni tipo di contorno.

Preparare delle buone polpette non richiede molto tempo e neanche molta esperienza in cucina, l’importante è usare ingredienti freschi e di prima qualità

Innanzitutto bisogna preparare l’impasto, mettere in una ciotola la carne di vitello macinata, unire le uova, il parmigiano grattugiato, un filo d’olio e del pane raffermo ammorbidito nel latte, in mancanza va bene anche il pane grattugiato, infine sale e pepe ed amalgamare bene.

Quindi si prende una piccola porzione del composto, la si fa ruotare fra le mani fino a formare una pallina, quindi procedere con il restante impasto, se possibile fare le palline tutte uguali, in modo da avere poi una cottura uniforme.

Una volta che si sono realizzate si possono cuocere in diversi modi, aggiunte al sugo per realizzare un ragù più gustoso, o semplicemente passate in padella.

Ci sono mille modi di fare l’impasto, solitamente la loro preparazione è a base di carne, ma si possono fare anche di verdure o di pesce, con l’aggiunta di aromi, spezie e le immancabili uova, che servono come legante, senza dimenticare quelle senza glutine o lattosio e quelle vegetariane e quelle vegane. Per altri informazioni su cibo e vini vi consigliamo il portale Kitchen.it, troverete preparazioni tradizionali come la ricetta dei croissant ed informazioni su ingredienti particolari e della tradizione italiana.